mercoledì 1 giugno 2011

Concorso strano e vediamo come va ...



I blog di food sono pieni di concorsi di cucina, di ricette e di fotografia e non ho intenzione di aprirne uno di questo tipo anche perchè non avrei premi da mettere in palio! Quello che vi propongo è un esperimento un po' diverso che mi servirà anche da test per un'idea che mi è venuta per ampliare questo blog con post che si distaccano dalla solita ricetta con foto. Girovagando per il web ho trovato dei blog stupendi e ho scoperto che molti foodblogger sono anche ottimi fotografi. Però ho trovato moooolti altri blog interessanti per contenuti e idee, con ricette originali e invitanti ma con foto non adatte o venute male. Questo è un peccato perchè l'immagine è molto importante (è la prima cosa su cui va l'occhio) e se la foto non rende l'idea del piatto, anche la ricetta ne potrebbe risentire. Allora mi è venuta l'idea di iniziare a pubblicare dei post che parlano anche delle foto che realizzo e non solo delle ricette, in modo da dare dei consigli pratici a chi ha voglia di migliorare le proprie immagini. Non voglio fare la maestra o la prof di nessuno, anche perchè ci sono migliaia di persone che fanno foto 100 volte più belle delle mie però vorrei condividere delle idee con chi invece sta iniziando ad appassionarsi di foodphotography o con chi vuole solo rendere più invitanti i propri post. Una foto per essere realizzata bene deve tener conto della composizione, dell'accostamento dei colori e della luce ma a volte capita che sia impossibile gestire tutto, magari perchè si ha una situazione di luce pessima e non si hanno a disposizione flash e luci da studio, oppure perchè si è all'aperto e si vuole fotografare qualcosa che accade velocemente, ecc. E allora, oltre che sapere come effettuare dei buoni scatti, potrebbe essere utile sapere anche come poterli migliorare dopo, con l'aiuto del computer ... Ma il concorso cosa c'entra? Beh, per farvi capire quanto tutto questo possa fare la differenza, e per vedere se può essere un argomento che vi interessa oppure no, ho pensato che chi voleva poteva inviarmi una foto scattata ad un proprio piatto o una qualsiasi foto che vorrebbe pubblicare in un proprio post (vanno bene anche foto di fiori, paesaggi, foto di persone, scattate durante sagre, feste, eventi, ristoranti, ecc.) e tra quelle che mi arriveranno ne sceglierò 3 da postprodurre e migliorare con photoshop e per ognuna vedremo insieme su cosa sono intervenuta in dettaglio e quali sono i suoi difetti e i suoi  pregi. In questo modo potrete rendervi realmente conto di quello che si può o non si può fare e di cosa va migliorato. Sceglierò le 3 foto che si presteranno meglio a delle modifche evidenti e chiare e, quando pubblicherò le immagini postprodotte, gli autori potranno scaricarle ed usarle nel proprio blog o a proprio piacimento. Inoltre mi piacerebbe iniziare una sorta di sondaggio-forum su quali argomenti (sempre a tema fotografico) vi interessano, su alcuni vostri dubbi e curiosità e i commenti ai post diventeranno un modo per scambiarsi consigli e idee. Insomma... se volete sapere qualcosa in più su come realizzare i vostri scatti chiedete pure e io o chiunque voglia e sappia rispondere, potrà farlo ricommentando a sua volta. Se usciranno fuori temi generali e più complicati da spiegare in un singolo commento, potrei considerare l'idea di dedicare un post apposito magari con esempi e immagini. Che ne dite? ....

Per partecipare bisogna :
  1. Pubblicare un post sul vostro bolg nel quale inserire la foto in questione (in formato grande e senza watermark), la locandina del concorso e il link a questa iniziativa. 
  2. Lasciare come commento a questo post il link al vostro post in modo che io possa rendermi conto di chi partecipa.
  3. Inserire la locandina del concorso in una colonna del vostro blog linkandola a questo post. L'immagine la trovate a questo indirizzo (http://www.agnesegambini.it/scambio/locandina.jpg), scaricatela, scegliete "aggiungi un gadget" e inseritela come foto linkandola.
  4. Se volete mi farebbe piacere che diventaste miei sostenitori sguendomi come "follower" su blogspot o su facebook ma non è obbligatorio! ;-)
  5. La scadenza del concorso è domenica 19 giugno 

Qui sotto vi lascio tre esempi di foto che ho scattato male e che poi ho recuperato con il pc. Nella prima mi sono accorta all'ultimo minuto che il telo bianco che uso come sfondo era completamente spiegazzato e andavo troppo di fretta per mettermi a stirarlo! ;-) Nella seconda c'era una leggera nebbiolina fastidiosa che filtrava la luce del sole appiattendo tutti i colori. La terza foto invece è stata scattata all'interno della sala di un ristorante illuminato da luci basse, soffuse e anche leggermente virate in verde...e ovviamente non avevo con me il flash!




    Le foto che partecipano al contest sono :


    Pin It

    105 commenti:

    1. @ lerocherhotel: grazie! hai argomenti da proporre o curiosità fotografiche a riguardo?

      RispondiElimina
    2. @agnese, proprio ieri abbiamo chiesto sul nostro blog quali sono gli argomenti "da corso" che i nostri lettori apprezzano maggiormente e la fotografia è sul podio a pari merito con la cucina!! Bisognerà parlarne insieme con calma, se ti va!

      RispondiElimina
    3. @ lerocherhotel: ne avevamo già parlato un po' di tempo fa...comunque quando vuoi, la mia mail ce l'hai. non c'è problema! ;-)

      RispondiElimina
    4. già, e alla fine nessun corso è stato fatto.... ci aggiorniamo via email

      RispondiElimina
    5. Agnese mi sembra un'ottima idea, domani spargo la voce, sono disponibile a darti una mano su qualsiasi fronte, da semplici consigli agli utenti fino a ritoccare qualche foto se diventano troppe.

      A presto

      Cam

      Ps. tutti che mettete i watermark... ma devo preoccuparmi e iniziarli a mettere anche io? rubano foto?

      RispondiElimina
    6. @ lerocher: ah, alla fine proprio niente di niente? mannaggia...ok, cmq x mail quando vuoi!

      @ camilla: grazie cara! sei sempre molto gentile. Per ritoccare le foto non c'è problema tanto per il concorso ne seleziono solo 3 e me le gestisco io ma se l'idea di creare un punto di discussione sulla foodphotography va in porto e ci fosse bisogno di una mano in più in postproduzione ne terrò conto! speriamo che il progetto risulti interessante... per i consigli e le proposte di argomenti invece più siamo e meglio è! ;-)
      Per quanto riguarda il discorso sui watermark...beh si, rubano foto, o almeno a me è successo, per questo ho iniziato ad usarli. Ne ho parlato nel post della minestra di crepes del 15 aprile. Inoltre dopo quella esperienza mi è anche capitato che abbiano preso una mia foto (non di food) senza che io lo sapessi per pubblicarla a corredo di un articolo su La Repubblica e su Glamour. Devo dire che in questo caso mi ha fatto anche un po' piacere però cmq è scorretto. Ho scritto una mail ad entrabi i giornali e Glamour è stata gentilissima ed ha aggiunto il credit alla foto mentre La Repubblica non mi ha proprio risposto....il mondo dela fotografia nel web è un bel caos e bisogna cercare di tutelarsi!

      RispondiElimina
    7. Ciao Agnese, arrivo dal post della ciliegina (tra l'altro una delle mie fotografe preferite...).

      Bella questa iniziativa!

      Per la foto ne farò una apposta, per gli argomenti che mi interessano:
      - linee guida di composizione/food styling in base al soggetto (che non sia la solita regola dei terzi...);
      - quando è meglio fare una foto con sfondo bianco (o neutro, stile commerciale per intendersi) o inserire il piatto in un contesto, ad esempio in un tavolo con gli ingredienti sullo sfondo ecc.
      - angolo di scatto
      - cosa mettere a fuoco e perchè (il piatto intero o un particolare tipo la ciliegia sopra al muffin?!)
      - come si usano i pannelli per riflettere la luce :D
      - fotografi di food e non a cui ispirarsi
      - se è importante variare lo "stile"; ho notato che i vari foodblogger usano sempre le stesse tecniche per ogni foto che fanno... vorrei capire se sia un bene avere questo tipo di personalizzazione o una limitazione;
      - varie ed eventuali; :D

      Se intanto vuoi dare un'occhiata ai miei pastrocchi nel mio blog e su flickr così magari mi potresti dare già delle dritte!

      Grazie!

      Nico

      PS: adesso vado a sfogliare il tuo portfolio ;-)

      RispondiElimina
    8. @ nico: ben arrivato! Tuki fa delle foto meravigliose, nn c'è che dire!....ammazza quanti argomenti! bene! ;-) Ho visto un po' il tuo blog e flickr e devo dire che tu comunque sei già ad un buon punto, si vede che fai attenzione ad alcune cose e hai delle accortezze, però ho notato che potresti molto migliorare sulla luce. Molte delle cose che hai chiesto sono da approfondire per bene ma intanto ti rispondo cercando di essere sintetica...poi nel caso più in là farò dei post appositi.

      1 - le regole di composizione sono quelle classiche che valgono per ogni tipo di foto (le foto di food non hanno regole di composizione apposita). Oltre la regola dei terzi c'è anche la sezione aurea, l'utilizzo delle diagonali e dei punti di forza e conoscerle è utile per sapere cosa risulta più gradevole all'occhio, ma si ottengono ottimi risultati anche non seguendole alla perfezione (come dice il proverbio, bisogna conoscere le regole per decidere di non seguirle).

      2 - il tipo di sfondo per una foto è una scelta di stile personale. Ognuno fotografa nel modo che preferisce. Lo sfondo bianco è più freddo e neutro e serve per mantenere uno stile sobrio e pulito. Inoltre mette in risalto il soggetto che si trova solo o quasi in una sorta di limbo. Dare un contesto alle foto invece da una sensazione di informalità e serve a rende l'atmosfera che si vuole comunicare. Molti chef per presentare i loro piatti li fanno fotografare su fondo bianco e senza altri elementi oltre al piatto stesso perchè per loro la cosa fondamentale è quella, presentare la loro creazione. Invece molti ristoranti, per presentare i loro menù utilizzano foto contestualizzate perchè per loro è rilevante anche tutto quello che sta attorno al piatto, come l'arredamento, lo stile e i decori della tavola apparecchiata, e vogliono rimandare la sensazione che può dare stare seduti ad un loro tavolo. Per un blog la scelta sta a te a seconda di quello che vuoi comunicare. E' vero che fare sempre e solo foto di piatti individuali a fondo bianco a lungo andare stufa quindi sarebbe bene variare e sperimentare con colori diversi, texture oppure fotografare direttamnete set come un tavolo apparecchiato completo.

      3 - Anche qui vale quello che ho detto per la composizione. Delle regole ci sono ma è bello sperimentare. Di solito il classico è lo scatto a 45° in modo da prendere sia la parte orizzontale che quella verticale e dare un senso di tridimensionalità. Molto belle sono anche le foto piatte fatte dall'alto, stando perfettamente perpendicolari al piano mentre se si hanno degli oggetti più alti, come bicchieri, bottiglie, ecc, è buono anche stare molto bassi, quasi frontali al soggetto.

      4 - la messa a fuoco è una cosa MOLTO importante in questo tipo di fotografia. Dato che nella maggior parte dei casi abbiamo a che fare con oggetti di piccole dimensioni, si ottengono risultati migliori fotografandoli da vicino e per dare l'idea di profondità è utile mettere a fuoco solo una parte e avere il resto sfuocato. E' bene mettere a fuoco sempre la cosa che ci sta più vicino o la cosa che risalta di più all'occhio, insomma, la prima cosa che si nota guardando la foto. L'occhio infatti troverebbe molto sgradevole notare come prima cosa un oggetto fuori fuoco. Se però tu vuoi dare risalto a qualche elemento in particolare allora focalizzati su di lui sfuocando il resto. In questo caso però fai attenzione ad averlo magari più vicino a te e non lontano altrimenti risulterebbe strano. Se hai un piatto intero che vuoi far vedere bene e vorresti averlo tutto a fuoco, prova a fare una foto più ampia in modo da avere altri elementi (un bicchiere o una bottiglia ad esempio) e lasciare fuori fuoco loro. Avrai comunque ottenuto l'effetto di risalto sulla tua ricetta senza avere una foto piatta.

      RispondiElimina
    9. 5 - esistono vari tipi di pannelli riflettenti (bianchi, dorati, argentati, ecc e ognuno serve ad ottenere un effetto diverso) ma tutti vanno messi dalla parte opposta rispetto alla fonte di luce e rivolti verso la parte in ombra del soggetto che si vuole schiarire. In questo modo rifletteranno la luce mandandola nelle parti in ombra ed illuminando meglio tutte le parti del soggetto.

      6 - per i fotografi a cui nn ispirarsi...beh, preferisco non fare nomi in negativo... preferirei parlare di quelli a cui ispirarsi anche se è una cosa molto personale. Ognuno ha il suo stile e l'importante è che sia corretta la tecnica. Magari è utile studiare le foto di un fotografo che apprezzi e cercare di capire perchè ti piace e provare a ricreare gli effetti che ti rendono piacevoli i suoi scatti. Se hai qualcuno in particolare mandami pure il link e cerchiamo di capire come lavora.

      7 - C'è chi dice che è bene variare e chi invece sostiene sia meglio continuare su una stessa linea. Entrambi i lati hanno pro e contro. Mantenere uno stile è buono perchè ti rende riconoscibile (vedendo quella foto si può capire subito che è stata scattata da te) però può essere limitante perchè ci si fossilizza su uno stesso metodo di scatto. Io ti consiglio di inziare con uno stile che ti piace e in cui ti ritrovi, di cercare sempre di miglioralo e perfezionarlo fin quando saprai riprodurlo in pochi secondi e fin quando non trovarai più interessante continuare su quella strada...dopo di che prova altre cose e sperimenta modi diversi. Alla fine fotografare deve come prima cosa divertirti ed esserti utile per migliorare.

      Spero che per adesso sia sufficiente...poi approfondiremo!

      Un caro saluto e aspetto la tua foto per il concorso! ;-)

      RispondiElimina
    10. Grande idea Agnese!! Partecipo molto volentieri, la volontà di imparare e migliorare c'è e credo sia una bella iniziativa non solo quella del concorso ma anche quella del forum.
      Devo farti i complimenti per il telo della foto sopra... io non ci sarei riuscita, non post-produco. Non lo faccio no perchè non ho i programmi ma perchè temo, soprattutto con le foto a fondo bianco, di rovinarle invece di migliorarle e quindi non post-produco! In realtà mi piacerebbe farlo!
      Grande grande idea!
      Un abbraccio

      RispondiElimina
    11. @ marifra : ma non postproduci proprio nulla? nemmeno un ritocco a luminosità e colori? le tue foto sono stupende... e la foto che ho fatto sol telo bianco, non ti credere...non è così difficile! ;-)

      RispondiElimina
    12. Iniziativa stupenda, complimentissimi per la pazienza e la passione che ci stai mettendo!

      RispondiElimina
    13. Bella iniziativa, Agnese. La foto della locandina è stupenda.
      Io penso che oltre alla composizione dell'immagine, il passo immediatamente successivo sia utilizzare le macchine fotografiche nel pieno delle loro potenzialità.
      Quanti utilizzano compatte e quanti reflex? quanti utilizzano le reflex in modalità automatica e quanti invece sanno gestire diaframma, tempo, iso, ottiche ecc?
      Già arrivati qui, siamo a un livello intermedio e ad una attrezzatura abbastanza costosa.
      Conoscere le basi della postproduzione, secondo me, è fondamentale per la fotografia digitale. Scattate in raw o in jpeg? utilizzate lightroom, photoshop o altri software?

      Sarebbe utile, ad esempio, se tu spiegassi passo passo com'è avvenuta la gestazione della foto dei barattoli:
      1. styling
      2. set e luci
      3. impostazioni macchina fotografica
      4. individuazione dei difetti e della tecnica adatta di postproduzione

      RispondiElimina
    14. mi associo a pina sullo svelare i segreti della postproduzione, almeno una volta fatta la frittata con la foto, possiamo in qualche modo rimediare!!
      hehe, scherzi a parte io ho un grossissimo problema con la luce, lavorando io e mio marito, il tempo per cucinare quasi sempre è la sera e in foto si vede eccome!!
      con quale attrezzatura pensi che potrei ovviare a questo problema..
      vieni a trovarmi, mi farà piacere se vorrai farmi notare anche altri problemi e migliorie
      ciao e grazie, mi prendo la locandina
      valeria

      RispondiElimina
    15. @ Pina: per fare una foto di qualità è ovvio che sia bene scattare con una reflex e non con una compatta, o al massimo avere una compatta che abbia la possibilità di scattare in manuale. Riguardo al fatto che avere una reflex significa avere un'attrezzatura costosa...beh nn sono d'accordo. Una buona reflex, magari non l'ultima uscita o la top di gamma, ma una semiprofessionale dell'anno scorso, si trova tranquillamente sui 300-400 euro e una compatta appena uscita costa altrettanto e anche di più perchè magari è colorata, con un desgin accattivante o ha la possibilità di muovere e inclinare lo schermo, ecc. Quindi direi che volendo ci si può tranquilamente permettere una reflex medio-buona. Io scatto in raw+jpg, così, se la foto mi serve subito oppure se ho tempo per settare bene tutto prima dello scatto, utilizzo direttamente il jpg, mentre se la foto è da migliorare o deve essere perfetta per qualsisai motivo, posso utilizzare il raw. Io utilizzo photoshop e camera raw, a volte lightroom ma preferisco photoshop perchè ha molti comandi in più per gestire il colore in modo preciso. In questo penso che lightroom sia più superficiale.

      Per quanto riguarda la foto dei barattoli di sale...beh, l'ho scattata a dicembre quindi vediamo cosa riesco a ricordare! ;-)

      Lo styling: essendo del sale aromatizzato fatto in casa che ho regalato per Natale (http://amarantomelograno.blogspot.com/2011/01/resoconto-delle-feste-n-1-regali-di.html) ho voluto dare l'idea di "home made" quindi ho comprato dei normali barattoli per le conserve e ho coperto il tappo con della carta paglia (quella che si usa per far assorbire l'olio della frittura). Poi in merceria ho preso dei nastri di stoffa colorato scegliendo i colori in base al contenuto (nastro rosa per il sale alla rosa, arancio per quello agrumi, viola per quello alla lavanda, ecc). Poi ho legato ad ognuno un'etichetta nella quale ho scritto a penna il contenuto dei vari barattoli. Le etichette così si trovano facilmente in cartoleria o in quei negozi cinesi che vendono di tutto un po'!

      Set e luci: Ho preso un telo bianco come sfondo e l'ho posizionato in modo che non formasse angoli ma un'unica curva tra la parete verticale e quella orizzontale in cui sono posizionati i barattoli. Ho disposto i barattoli in una fila diagonale rispetto alla mia posizione di scatto in modo da dare l'idea di profondità ma di farli comunque vedere bene tutti. In questo caso ho realizzato il set vicinissimo alla finestra e la luce era solo quella naturale che entrava da sinistra. A destra dei barattoli ho invece posizionato un pannello di polistirolo bianco che fungeva da riflettente per schiarire la parte in ombra (un foglio di polistirolo lo trovate ovunque, soprattuto negli imballaggi di oggetti grandi come quelli che trovate all'Ikea per capirsi).

      RispondiElimina
    16. Impostazione macchina fotografica: Ho scattato a mano, senza cavalletto e mi sono posizionata abbastanza bassa, quasi frontale al soggetto ma abbastanza distante da esso. Ho utilizzato un medio-tele in modo da avere meno profondità di campo e far risultare leggermente sfuocati i barattoli più distanti. I dettagli tecnici tipo iso, diaframma e tempi ora proprio nn li ricordo ;-) ma in genere non vado mai sopra i 300 iso per le foto di food perchè non mi piace la grana e voglio che siano nitide e precise.

      Postproduzione: i difetti erano evidenti, il telo acciaccato e non liscio per i motivi che ho spiegato nel post ;-) e la luce virata troppo sull'azzurro. Innanzitutto ho sistemato la luce modificando con camera raw la temperatura colore. In questo modo il telo è diventato bianco (il suo colore naturale) e i barattoli hanno acquisito dei colori più caldi. Poi ho tolto tutte le pieghe. Qui la cosa è un po' più elaborata perchè il telo presentava delle sfumature di colore e dei punti più chiari e più scuri. Innanzitutto ho isolato i barattoli scontornandoli e facendo un livello a parte solo per loro in modo da poter lavorare tranquillamente sul resto della foto senza paura di sforare e danneggiarli. Poi ho eliminato grossolanamente le pieghe con il clone copiando dalle parti di telo liscie. Infine per rifinire il tutto ho creato un livello a tinta unita di colore bianco-grigetto (il colore che volevo come fondo) e l'ho sovrapposto agli altri. Poi ho regolato la trasparenza di questo livello in modo da avere come un velo che uniformasse e coprisse le righe leggere rimaste dopo aver usato il clone. Poi ho ripreso il livello che conteneva solo i barattoli e l'ho riportato ad essere il primo in modo che i barattoli non venissero coperti da quel velo grigetto.
      Quello che mi ricordo è questo. Poi magari se vedo che la postproduzione interessa molto, potrò fare dei tutorial per le prossime foto che realizzarò direttamente con le foto delle scheramate di photoshop mentre modifico l'immagine. Spero di essere stata abbastanza esauriente!

      RispondiElimina
    17. @ valeria: se scatti quando ormai è buio non puoi che ovviare con un flash. E' la soluzione più economica perchè comprare le luci e impostarle ogni volta è costoso e lungo e se non hai una stanzatta o un angolo apposito in cui farlo è anche complicato! Il flash incorporato nella macchina fotografica non va bene perchè non è direzionabile mentre i flash esterni da montare sopra la tua macchina hanno la testa girevole e puoi scegliere dove mandare la luce. L'ideale è puntare il flash verso il soffitto (sempre dando per scontato che tu abbia un soffitto bianco) in modo che la luce, rimbalzandoci, ricadrà sul tuo soggetto in modo naturale e diffusa, senza creare quelle brutte ombre forti dovute ai flash diretti sul soggetto. Questo ovviamente vale se hai una fotocamera reflex e non una compatta perchè alle compatte non si possono attaccare flash esterni. Nel caso tu non possa comprare un flash puoi provare con una sola luce molto forte (tipo 400-500 watt) sempre puntata verso il soffitto. Però in questo caso consemurei un sacco di corrente e l'ambiente si riscalderà parecchio perchè una luce forte scalda anche molto e se non sei più che veloce a fotografare, il piatto potrebbe risentire di questo calore (sopratutto se fotografi un gelato, o un semifreddo!)
      Ho visto il post che hai pubblicato con i cannolini...è quella quindi la foto che proponi per il contest? un saluto!

      RispondiElimina
    18. Agnese perchè non fai un libro con le info che ci stai fornendo???

      RispondiElimina
    19. @ monica: detta così sembra facile!
      1- è un'iniziativa nata adesso e sicuramente anch'io ho da imparare molte cose, per questo mi piacerebbe che scrivessere anche persone che sono già in grado di fare ottime foto, per potersi migliorare ancora, io e loro, attraverso lo scambio di idee e la spiegazione dei propri modi di laorare.
      2- fare un libro è comlesso e richede moooooooltissimo tempo
      3 - chi me lo produrrebbe e stamperebbe? non sono famosa come Sigrid del "Cavoletto" per riuscire a trovare qualcuno disposto a pubblicarlo.
      4 - per ora mi piace avere un rapporto di scambio con le persone che scrivono qui e vedere direttamente come si svilupperà questa idea

      RispondiElimina
    20. Buongiorno Agnese!
      Condivido la tua interessantissima iniziativa! ;)
      Ti ho risposto anche dopo il tuo commento nel nostro blog, volevo ufficializzarmi come tua follower, ma ho trovato solo il pulsantino per FB ( ovviamente l'ho schiacciato..ihih! ), altro non c'è?

      Ci sentiamo presto riguardo il foodphotography, intanto ti ho inserita nel blogroll a destra della home del nostro blog, il tuo foodblog mi piace davvero tanto! =)

      Un abbraccio, buona giornata!

      Francesca di SingerFood & Chiccherie

      PS: in bocca al lupo per il contest della Mutti! ;)

      RispondiElimina
    21. grandissima idea! :)
      io sono pessima nelle foto...non ho proprio garbo!
      raramente me ne esce una fatta per bene e allora mi gongolo proprio tanto ;) ma per il resto sono tutte "fotucce" a malapena passabili...
      il guaio è che non so proprio da dove cominciare....
      ti seguirò volentieri!
      un abbraccione
      Milena - La Scimmia Cruda

      RispondiElimina
    22. @ singerfood: grazie per avermi inserito nel blogroll! per seguirmi puoi diventare follwer con google (ho visto che anche tu hai un blog blogspot quindi basta che vai in alto in cima alla mia home page e clicchi "segui" sulla barra. Oppure aggiungi il mio link tra i blog che segui sulla tua bacheca. Comunque se ti va partecipa con una foto da farmi sistemare! ;-)
      PS: si dice LA foodphotography! ;-)


      @milena:mi fa piacere che apprezzi l'iniziativa! partecipare pure al "concorso" o proponi argomenti di cui ti piacerebbe parlare. un saluto!

      RispondiElimina
    23. ciao agnese, hai avuto un'idea fantastica! purtroppo le "cose" tecniche mi annoiano un po', non ho mai la pazienza di leggere delle indicazioni fino in fondo... l'ideale per me sarebbe poter frequentare un corso dal vivo! però seguirò senz'altro questo post e alla prima occasione ti mando anche una mia foto da postprodurre. c'è una scadenza?
      grazie mille!
      ps: il "watermark" è il nome o logo che ogni blogger scrive sulle proprie foto? sono proprio una pivellina, come vedi... ;-)

      RispondiElimina
    24. ...ooops, ho visto ora la scadenza...
      ancora grazie e buon weekend

      RispondiElimina
    25. @ cristina: non ti preoccupare x la noia! cercherò in futuro di fare post il più semplice possibili, soprattutto all'inizio perchè ovviamente inizierò dalle basi in modo che tutti possano seguire, poi mano a mano andremo avanti in modo che anche chi è già ad un buon livello possa inserirsi! Corsi dal vivo di foodphotography non ne conosco ma soprattutto, se sei all'inizio, tanto vale che frequenti un corso di fotografia base per imparare le cose fondamentali. Alla fine le differenze per la fotografia di food sono più che altro accorgimenti e consigli, e il fatto di stare molto attenti allo styling. La scadenza del concorso è scritta sulla locandina però, hai ragione, mi sono dimenticata di scriverla sulle regole ;-(...ora provvedo aggiungo! Si il watermark è quello, serve a non poter far usare le proprie foto da altri a meno che non dicano chiaramente chi è l'autore e sono anche antipatici da togliere in postproduzione, a volte anche parecchio senza ottenere un risultato verosimile. Vi chiedo di non inserirlo proprio perchè io invece dovrò modificarle le vostre foto! ;-)

      RispondiElimina
    26. cara Agnese, ti lascio il link di una ricetta pubblicata pochi giorni fa: http://www.lascimmiacruda.info/2011/05/31/il-caldo-chiama-piatti-freschi-la-panzanella/
      l'idea non era male secondo me ma il "manico" (cioè io!) non ha grandi capacità...e le foto che ho utilizzato nel collage del mio cuore di panzanella sono proprio bruttine!!!!
      mi piacerebbe, se non imparare a fare belle foto, almeno riuscire a "manipolarle" un pochino col pc :-D
      hai qualche suggerimento? considera però che utilizzo linux e non windows.
      grazie mille
      MILENA

      RispondiElimina
    27. @ Milena: Devo chiederti il favore ti ripubblicare una foto sola di quelle che hai inserito nel tuo collage perchè così sono troppo piccole, non riuscirei a modificarla bene. Io utilizzo principalmente photoshop ma su linux dovrebbe girare "Gimp", un programma simile ma un po' più limitato. Io purtroppo non lo conosco quasi per niente quindi comunque darò sempre consigli riguardo photoshop anche perchè è il più utilizzato in generale. Però gimp dovrebbe avere molti comandi uguali che al massimo hanno nomi diversi quindi potresti comunque provare a seguirmi e vedere se ti ritrovi. un saluto e grazie di partecipare!

      RispondiElimina
    28. ok Agnese, grazie :)
      provo ad aggiungere una foto più grande nel post!

      RispondiElimina
    29. le ho appena caricate, cliccando sopra alle due immagini in fondo al link, si apre la pagina con le foto alla loro dimensione originale, spero vada bene!
      grazie mille
      MILENA

      RispondiElimina
    30. @ mile: ok, vanno benissimo! grazie ;-)

      RispondiElimina
    31. Grazie agnese, esaurientissima! per quanto riguarda la prima parte, sono d'accordissimo con te. Non c'è assolutamente paragone fra le possibilità di una reflex e quelled elle compatte, che hanno il grande difetto, fra gli altri, di non permetterti il controllo umano sulla foto. Io finora le mie macchine (sono alla terza reflex canon ormai)le ho comprate usate su ebay e devo dire la verità, non mi sono trovata per niente male, ho rischiato con l'usato, ma sono stata fortunata e ho risparmiato.
      Sulla post produzione, un po' sui livelli ci lavoro, ma diciamo che non avendo mai studiato grafica o cose del genere, con Photoshop vado a intuizione, ma mi è molto utile.
      Ti chiedevo di lightroom perchè un amico molto bravo mi ha detto di preferirlo a Photoshop.
      Io scatto quasi sempre in raw...trovo camera raw di una comodità pazzesca, quindi preferisco :)
      Grazie delle info e brava, perchè sei chiarissima

      RispondiElimina
    32. @ pina: se ti devo dire la verità io ha fatto un solo esame di photoshop durante gli studi ma erano proprio i primi passi ( tipo come si usa il lazzo per la selezione e a cosa servono i livelli). Per il resto ho fatto tutto da sola, piano piano, appassionandomi alle possibilità del programma, provando i vari comandi e nei casi più difficili guardando dei tutorial in rete. Basta tanta curiosità e voglia di provare! lightroom è molto utile per tutta la parte precedente la postprocuzione ( come la catalogazione, le tag e il fatto di poter modificare foto mantenendole all'interno del programa senza doverle salvare nel pc una ad una) e per il fatto che modificando le foto queste non perdono di qualità mentre con photoshop ad ogni azione un po' si perde. Io per ovviare a questa cosa cerco di fare molto con camera raw (che pure mantiene la qualità) e quello che non riesco lo faccio alla fine con photoshop. Comunque grazie a te e mi fa piacere che a quanto pare si capisca quello che cerco di spiegare! ;-)

      RispondiElimina
    33. ciao agnese, bella la tua idea, io sono una capra con le foto anche se a mia discolpa posso dire che le condizioni in cui scatto di solito sono pessime, ovvero al volo, con la luce che capita, cercando di ricacciare indietro qualche famelico che tenta di avventarsi sul piatto! Io stessa mi innervosisco a far aspettare le persone prima di iniziare a mangiare e mi dico "va beh, vada come vada!" Detto questo mi interessano sia piccoli e semplici trucchi per sfruttare al meglio la luce e mettere a fuoco bene gli oggetti, che qualche dritta di postproduzione di base (io uso Picasa per sistemare le foto giusto un pochino, ma photoshop nn l'ho mai usato)
      seguirò volentieri i post che farai su questo argomento... per il concorso, beh potrei darti una qualsiasi delle mie foto, se vuoi ti giro la prossima.. :)

      RispondiElimina
    34. @ passiflora: terrò conto gli argomenti che mi hai proposto per i prossimi post di fotografia! per la foto va bene quella del prossimo post che pubblicherai! Quando lo pubblicherai, aggiungi la mia locandina e scrivi qui il link! Per quanto riguarda il fatto di ricacciare gente affamata mentre si fanno le foto...beh ti capisco! Io ho ovviato al problema in questo modo: preparo il set mentre il tutto si sta cuocendo. Quando è pronto servo prima agli altri, poi faccio la mia porzione che è quella destinata alla fotografia. Mentre io scatto gli altri iniziano a mangiare, cerco di fare il più velocemente possibile in modo che il mio piatto non si raffreddi troppo. Se si raffredda, lo riscaldo al volo! Quindi alla fine quello che mangiano gli altri è sempre più buono del piatto per me ma questo è il prezzo da pagare! Oppure c'è chi cucina un piatto in più appositamente per fotografarlo....ma io lo considero proprio uno spreco e non lo farei mai, ne tantomeno preparerei qualcosa nel modo dei foodstylist. Quelli sono cibi che non sono quasi mai commestibili perchè vengono ritoccati con colori, liquidi artificiali per dare l'idea di "bagnato e fresco" oppure con finta panna o finto olio che resistono nel tempo e alle alte temperature dei fari da studio. Ho addirittura visto preparare un torta con del cartone tra gli strati di pan di spagna per farla sembrare più alta! ;-)

      RispondiElimina
    35. Grazie Agnese, è molto interessante, sto iniziando adesso a pormi interrogativi "anche " su come rendere al meglio un piatto, a incuriosirmi di macchinette fotografiche, finora per motivi di raticità velocità e "ce l'ho sempre appresso" ho scelto un cellulare con 3.2 pixel con il quale fare foto dovunque e comunque. La maccchinetta devi pensare di portarla etc...
      però mi interessa molto anche la post-produzione come migliorare le foto come hai fatto tu. quindi partecipo volentieri. e grazie dell'invito, appena posso ti mando tutto. Buona serata!:))

      RispondiElimina
    36. @ monica: grazie di partecipare al contest! le foto che pubblichi sul tuo post le fai col cellulare?? beh, vengono fin troppo bene per non aver usato una macchina fotografica! ;-) il peso si una macchina fotografica è una cosa a cui poi fai l'abitudine. Io non esco mai senza, ormai è come un prolungamento della mia mano! e poi ti dico la verità, conosco donne che si portano sempre dietro borse ENORMI con dentro trucchi, deodoranti, specchietti, e mille altre cose di cui non riesco a trovare l'utilità e alla fine hanno la borsa più pesante dela mia! ;-)

      RispondiElimina
    37. Ciao Agnese, ho appena scovato il tuo blog ed ammirato le meravigliose fotografie. Io ho appena iniziato questa avventura ed ancora sono tanto, troppo, imbranata con le fotografie dei cibi che preparo. Anche io sono convinta che la foto sia il primo biglietto da visita per un blog di cucina, ancora più delle ricette, perchè un piatto ben presentato è fondamentale. per questo vorrei avere da te dei consigli, soprattutto sulla postproduzione: il mio problema è lo sfondo, non riesco a creare uno sfondo uniforme, e ben sfocato, per dare maggiore risalto al piatto. Io uso Gimp, ho letto che non lo conosci molto, ma credo che sia più o meno paragonabile (in semplice) a Photoshop. Potresti dare un'occhiatina alle mie foto e darmi qualche consiglio utile? o credi sia meglio un buon corso di fotografia??? :-)
      Grazie mille per la pazienza,
      Camy

      RispondiElimina
    38. @ le temps des cerises: Benvenuta! mi fa piacere che ti piacciano le mie foto! Ho dato un'occhiata ale tue foto e devo dire che già stai più avanti rispetto ad altri blog che ho visto perchè segui un po' la composizione e scatti alla giusta angolatura. Quindi iniziamo già bene! ;-) Il problema sono le luci e i colori. Un corso di fotografia base se pensi sia una cosa che ti possa interessare e piacere e hai tempo per seguirlo, beh, io lo consiglio sempre se si vuole imparare più velocemente ed avere un riscontro diretto però se avrai un po' di pazienza e voglia di provare da sola potresti intanto seguire questa mia iniziativa e mi farai sapere se ti risulterà utile! Per quanto riguarda l'avere un sfondo sfocato (e questo effetto si chiama "avere poca profondità di campo"), non è una cosa che si fa in postproduzione. Cioè, si potrebbe anche fare ma è lungo, complicato e il risultato raramente da un'effetto realistico. Quell'effetto si ottiene o avendo un obiettivo molto luminoso ed usandolo a diaframma molto aperto, oppure con un obiettivo tele, stando lontano dal soggetto e zoommando molto. Ma tu scatti con una reflex o xon una compatta? e nel caso avessi una compatta, è solo in automatico o ha la possibilità di scattare in manuale impostando i settaggi? Un caro saluto!

      RispondiElimina
    39. Ciao agnese, grazie mille per la risposta e per la visita al mio blog! in effetti, ho iniziato ad usare una reflex, ma solo da circa un mesetto, da quando ho iniziato a pubblicare sul blog, e per ora non ho ancora imparato a sfruttare tutte le sue potenzialità. Sto leggendo il libretto di istruzioni e un po' di tutorial in rete, ma la strada è ancora lunga! Seguirò volentieri la tua iniziativa è davvero interessante e tu spieghi molto più chiaramente di un freddo libretto di istruzioni :-) grazie mille!
      Camy

      RispondiElimina
    40. ciao agnese
      brava che cerchi di spiegare, in condivisione, nello spirito della rete, il campo minato delle foto.
      Le foto sicuramente hanno un loro peso, ho anche pero' l'impressione che troppo spesso molti blogger si concentrino eccessivamente su quell'aspetto, tralasciando "la ciccia": il contenuto del blog.
      Un buon blog, con una idea forte di base o una voce potente che lo anima, che abbia o non abbia foto, funzioma. Ti faccio un esempio: uno dei blog di cucina piu' famosi al mondo, quello da cui hanno tratto il film Julia & Julie, non aveva foto, ma solo testo: un testo, a volte logorroico, spesso divertente, con una fortissima idea di base.
      Le foto sono un linguaggio e come tale, bello e giusto approfondirlo, ma se poi si ha poco da dire, rimangono "sterili".
      La rete piena di cose brutte, diciamolo: gente che appana fa una "pasta al pomdoro della nonna", pensa di avere sviluppato il piatto del mese e lo posta... ma, allo stesso tempo, e' proprio da questo accesso alla comunicazine e da questa facilita' di trasmettere idee, che spesso nascono cose bellissime (quindi: viva la rete!).

      detto cio': ripeto: brava! che fai questo sforzo (e vai sui blog degli altri e lasci commenti) per migliorare la qualita' collettiva... si respira una bella aria, di volere fare bene, assieme.
      ciao
      stefano

      RispondiElimina
    41. Che piacere trovarmi qui! Che idea geniale hai avuto! Io sono proprio una di quelle foodblogger che non capisce una cippalippa di fotografia, che non ha attrezzatura etc...
      Partecipo volentierissimo!
      a presto

      RispondiElimina
    42. Ecco, proprio ieri è andato tutto storto e la foto naturalemnte ne ha riesentito alla grande! Ecco il link http://saporiesaporifantasie.blogspot.com/2011/06/ma-ieri-era-venerdi-17-la-torta-pallone.html e ti prego, aiutami tu! :)
      Stefania

      RispondiElimina
    43. @ Le Temps des Cerises: anch'io ho iniziato dal libretto di istruzioni della mia prima macchina! Ora non so se il discorso vale per tutte le aziende che producono macchine fotografiche ma i libretti delle istruzioni delle macchine che ho avuto sono sempre stati ottimi e molto utili per imparare le prime cose...veramente utilissimi, almeno per me! Mi fa piacere che sia chiaro quelli che cerco di spiegare, per me è una gran cosa! ;-)


      @ qbbq: Sono d'accordo con quello che dici. A meno che non si voglia fare un blog unicamente di fotografia per mostrare i propri scatti, serve decisamente altro oltre all'immagine. Però l'idea mi è venuta perchè a volte, lo ammetto, giravagando in rete mi ritrovavo a prestare poca attenzione e passare oltre se l'estetica del sito o del blog non mi attirava. Poi però, forzando di soffermarmi e leggere, mi rendevo conto che si parlava di cose interessanti oppure venivano proposte delle ottime ricette e allora....perchè non cercare di coinciliare le cose? io sono estremamente legata all'estetica perchè ho prima imparato a fotografare e poi a cucinare (sono ancora agli inizi ma mi diverte molto!) quindi mi piace l'idea di potersi scambiare idee e competenze con chi magari è il mio opposto o con chi è già bravo nelle due cose. Mi fa piacere che ti piaccia l'iniziativa e il fatto di voler fare le cose assieme, come dici tu, è proprio quello che vorrei. A volte ho chiesto consigli e chiarimenti in un paio di blog di food photographer profenissisti, fotografi che fanno il lavoro e mostrano gli scatti nei propri blog ma senza cucinare o parlare di ricette(di cui non faccio il nome) e, uno proprio non mi ha risposto, l'altro mi rispondeva a stento dicendomi le cose più basilari possibili che già sapevo e scrivendo poi in senso ironico "il resto sono trucchi del mestiere, non posso dirlo". Ho trovato questa cosa un po' stupida perchè non basta la tecnica da sola a fare la differenza e se mi dai una dritta su un tipo di luce o di scatto non sarò in grado di rubarti il lavoro per così poco! Insomma, meglio imparare assieme che tenersi le cose per se, da soli si può arrivare ad certo punto ma poi ci si blocca (sempre secondo il mio mdesto parere!).

      RispondiElimina
    44. @ ginestra: vedendo il tuo blog per un attimo ho pensato che fossi anche tu delle mie parti...tutte quelle ginestre e il mare azzurro...mi ha fatto pensare al Conero! ma con cosa scatti se non hai attrezzatura? cellulare? Se vuoi rispondi al volo al sondaggio nella colonna a destra così posso rendermi conto di come scattate! grazie per essere passata e quando vuoi mandami il link per la foto che vuoi inserire nel concorso! un saluto!


      @ fantasie: grazie per la partecipazione al contest! ho letto il tuo post e ...che ridere! ... giornate brutte succedono a tutti però a vedere la torta non mi sembra mica venuta male! certo la foto ammetto che è abbastanza problematica :-) però la torta non sembra aver problemi! Io non sarei mai stata in grado di farla...non mi sono ancora mai cimentata con le torte decorate in modo così complesso...io mi limito a decorarle con panna, frutta e cioccolato!

      RispondiElimina
    45. Riesci sempre a tirar fuori una super idea dal cilindro :-D Grandiosa!!! E come non partecipare allora ;-)
      Cri

      RispondiElimina
    46. @ lumachino : grazie cara! sono contenta se ti va di partecipare..quando vuoi pubblica la foto! ;-)

      RispondiElimina
    47. Ciao Agnese
      scropro adesso il tuo blog, è molto interessante e l'idea di questo contest mi piace un sacco...per cui cercherò di non mancare :)
      a presto
      ale

      RispondiElimina
    48. Ecco qui il link della mia ricetta, megabacio
      http://laginestraeilmare.blogspot.com/2011/06/rotolo-di-pasta-con-ricotta-e-basilico.html
      a presto!

      RispondiElimina
    49. ciao, ti ho scoperta grazie al tuo commento sul post dell'immagine verace della banda dei broccoli.... :) partecipo!!! ho delle foto nel cellulare e mi piacerebbe tanto vedere cosa se ne puo' ricavare!
      ciao

      RispondiElimina
    50. @ alessia: dal cellulare è ancora più dura...vedremo come andrà! grazie e aspetto il link!

      RispondiElimina
    51. Agnese, quasi tutte le foto del mio blog sono fatte con il cellulare... :) poche con una compatta e alcune (le puoi contare su una mano) con una reflex... per mancanza di tempo il cellulare è diventato quello piu' usato.
      p.s. ho capito bene? non le devo modificare, tagliare... nulla, come sono state scattate le posto, vero?
      ciao
      Ale
      ciao

      RispondiElimina
    52. Ciao Agnese, ecco il link del mio post per il concorso!
      http://www.letempsdescerises.it/main/?p=263
      a presto e grazie ancora
      Camy

      RispondiElimina
    53. @ le temps des cerises: grazie mille! lo metto in lista!

      RispondiElimina
    54. @ Alessia: si si, così come le hai fatte! grazie ;-)

      RispondiElimina
    55. eccoci!
      http://labandadeibroccoli.blogspot.com/2011/06/i-ghiaccioli-al-caffe-della-nonna.html
      se ti va da noi c'è un contest su come occultare gli ingredienti ai piccoli e agli schizzinosi
      http://labandadeibroccoli.blogspot.com/2011/05/il-secondo-contest-della-banda-la-banda.html

      RispondiElimina
    56. Ciao, ho appena scoperto questo tuo concorso originale, alla quale partecipo volentieri....io no so fare le foto, le mie sono tutte brutte.
      Provvedo a mettere il banner e poi ti invio il link con il post e la foto.
      Buon w.e.

      RispondiElimina
    57. @ letizia: allora aspetto il link! grazie e un saluto!

      RispondiElimina
    58. Agnese ecco il link del mio post per te... Muffin spero tu rimanga soddisfatta delle mie veloci foto con il cellulare.... ciao
      Ale

      RispondiElimina
    59. cioa che idea meravigliosa hai avuto!! io non riuscirò sicuramente a partecipare per mancanza assoluta di tempo non riesco a afarti un post ad hoc, ma sicuramente ti linko su fb e appena ho un attimo ti metto nella side bar laterale! oviamente mi aggiungo per rimanere sintonizzata, io sono neofita, mi piace dire che scatto prima con il cuore e poi con la reflex, dunque sai quante lezioni mi servono???
      poi non parliamo di postproduzione, l'unica cosa che faccio è usare il tasto "misentofortunato" di picasa, sai quanti mi sfottono???
      è stato un piacere passare di qua! :))

      RispondiElimina
    60. @ k@atia: se vuoi puoi aggiungere la mia locandina nel tuo ultimo post e partecipare con una foto di quelle...non sono così fiscale infondo! ;-) già il fatto che scatti con una reflex è un buon inizio...molti usano il cellulare. comunque grazie di essere passata e sono contenta che ti piaccia l'iniziativa! un saluto!

      RispondiElimina
    61. Ciao, lieta di averti incontrata finalmente un blog che può spiegarmi come fare "miracoli" la foto del telo spiegazzato è stata una folgorazione! Io ora uso una digitale, prima ero solo munita di cellulare ora invece incrocio le dita quando uso photoscape, ma non ho idea sinceramente di cosa sia la luminosità ideale per una foto (e si vede) o come non sovraesporre un soggetto (anche qui si stravede!) quindi, ti metto subito nella blogroll ora vado a pescare una mia ciofeca per l'occasion e torno da te, a presto!
      Ah, grazie ^_^

      RispondiElimina
    62. @ sonia: innanzitutto benvenuta! Ho fatto un giro sul tuo blog e devo dire che le tue foto non sono poi così "ciofeca" come dici tu. Si vede che curi l'impiattamento e l'accostamento dei colori e posizioni i patti in prospettiva quindi direi che inizi già bene! ;-) Certo la foto della crosta nell'ultimo post e sovraesposta e anche di molto ma se sei interessata e motivata puoi di sicuro migliorare. Se ti interessa, tra i commenti sopra trovi la spiegazione di come sono riuscita a modificare la foto dei barattoli con il telo piegato perchè Pina mi aveva chiesto delucidazioni a riguardo e le ho risposto. Un saluto e aspetto il tuo link per il concorso!

      RispondiElimina
    63. ciao agnese, la tua è una bellissima iniziativa, leggo con interesse le discussioni che riguardano le foto di food, ma spesso sono in inglese e a volte troppo tecniche. Mi piace questa tua idea, grazie per la passione che ci metti. ti inserisco nel mio blogroll, a prestissimo!

      RispondiElimina
    64. ciao agnese! giungo al tuo post tramite k@atia e trovo l'idea del tuo contest carinissima. A me piace molto curare le foto del mio blog ma non posseggo una reflex. Sono troppo pigra! Intanto linko il tuo contest su fb e twitter poi spero di avere il tempo di ripescare qualche foto bruttina :)

      RispondiElimina
    65. @ ilaravafuori: ma grazie! spero di esserti in futuro quando inizieremo a parlare di foodphotography! un saluto

      @fiordilatte: grazie per il "linkaggio" del concorso! se pareciperai al concorso ne sarò felice...alla fine non ci vuole tempo per partecipare ad un contest di cucina. non bisogna preparare niente di nuovo ne aspettare che il tutto si cuocia. Basta fare una foto o prenderne una già fatta! un caro saluto!

      RispondiElimina
    66. Hai avuto una splendida idea, ma soprattutto apprezzo davvero tanto la volontà di condividere con gli altri. Mi piace! Ora frugo nelle cartelle del pc e vedo se trovo qualcosa con cui partecipare. Rispondo anche al sondaggio per la macchina fotografica.

      RispondiElimina
    67. @ vera: grazie mille! apsetto la tua foto allora!

      RispondiElimina
    68. Rieccomi, ho letto la risposta, grazie ;D

      RispondiElimina
    69. Eccomi qua Agnese. Purtroppo ho un problema nel rispondere da me...devo controllare perchè. Trovo la tua idea davvero interessante. Avere un posto dove poter trovare informazioni o porre domande relative alla fotografia o meglio ancora foodfotografia, è quel che ci vuole. Proprio qualche settimana fa avevo lanciato una proprosta del genere su FB...ovviamente morta lì. Quindi la tua cade proprio a fagiolo!!^__^. Qui c'è già un po da leggere, quindi appena ho un attimo, mi fermo e leggo il tutto. Quanto al concorso, beh è un inno all'uso di fotoritocchi...Preferibile sarebbe prima imparare o per lo meno tentare di approcciarsi alla fotografia...e a utilizzare vari escamotage per uno scatto sufficientemente passabile. Ma capisco il tuo intento...quindi va bene così...Un'ultima cosa...non sarebbe preferibile che sia tu a guidare l'argomento post dopo post, perchè come vedo qui, ci sono già diversi argomenti e si rischia di perdersi...e di sfinirti tu. Scusa se ho osato tanto, prendilo come un libero suggerimento niente di più. Un bacio Ale.

      RispondiElimina
    70. @ Alessandra: tu hai perfettamente ragione in tutto infatti, come ho scritto nel post, questo periodo del concorso è solo un modo per vedere come reagiscono le persone all'iniziativa e per proporre argomenti vari. Dopo il 19, farò una summa di tutto quello che è venuto fuori e imposterò il tutto con dei post a tema. Scriverò dei post come se si dovesse iniziare una sorta di corso da zero quindi la postproduzione e il fotoritocco saranno argomenti che verranno più in là, dopo aver prima parlato di come scattare le foto anche perchè, diciamo la verità, il ritocco non basta. Se la foto parte proprio male si può un po' migliorare con photoshop ma arrivare ad avere una bellissima foto proprio no! Nei commenti ho voluto risposndere intatno alle curiosità di chi mi ha scritto e ho notato che moltissimi sono interessati al ritocco, forse anche più che alla fotografia in se. Questo mi fa capire che quando sarà il momento dedicherò molti post al tema ma di sicuro non inizierò da quello. Il concorso è sul fotoritocco perchè incuriosisce ed è un modo per far vedere quali possibilità si hanno. Alla fine voglio cercare di arrivare a molte persone prima di inziare con i post tematici perchè vorrei che fosse una cosa collettiva dove in molti ci si scambiano idee e consigli. Hai fatto bene a scrivere quello che hai scritto e condivido...anzi, avevo già inserito tutto nel piano di lavorazione futuro, esattamente tutto come lo hai descritto tu! ;-) grazie del passaggio e del commento!

      RispondiElimina
    71. ciao agnese! ho appena postato un'orrenda fotografia (di un ottimo dessert, però...) e non so se è indicata per il tuo concorso. fammi sapere, il link eccolo qui: http://vissidicucina.blogspot.com/2011/06/zabaione-allo-zenzero-su-coulis-di.html
      grazie e bacioni

      RispondiElimina
    72. Ciao Agnese sono ancora qui ma questa volta ho portato in dono una foto che mi piacerebbe tanto vedere trasformata ^_^

      Involtini di pasta fillo al quartirolo e amarene
      http://www.oggipanesalamedomani.it/2011/06/involtini-di-pasta-fillo-al-quartirolo.html#more

      Grazie ancora, buona serata

      RispondiElimina
    73. Agnese, grazie per questa utilissima iniziativa e per la possibilità di potersi confrontare! Le tue foto sono sempre splendide, mi piace molto la luce, la profondità e l'originalità. Se ti va di venirmi a trovare e di darmi qualche consiglio sarebbe molto gradito. A presto, Dessi

      RispondiElimina
    74. @ (m)e-food : grazie a te! Sono contenta che ti piacia l'idea. Ho fatto un giro tra le tue foto...Ho visto che fai molte più foto in orizzontale che in verticale mentre in molti casi è bello dare spazio al soggetto in alto, si rende meglio lo sfucato e la profondità di campo. Inoltre devi migliorare la luce. Nelle tue foto ci sono ombre pesanti e alcuni punti bruciati (cioè talmente chiari da essere quasi bianco puro) mentre una luce più omogenea è una scelta migliore. Inoltre stai attenta a non tagliare il tuo soggetto a meno che non sia chiaramente evidente che tu vogli solo coglierne una parte o un dettaglio, Se il piatto è tutto visibile tranne un angolo che è rimasto fuori inquadratura, sembra una distrazione più che un scelta quindi stai attenta all'inquadratura. Per ora posso dirti queste cose, poi più in la segui i post che pubblicherò e vedremo di parlare di questi argomenti in modo più approfondito!

      RispondiElimina
    75. Ciao Agnese!
      Ecco le foto: http://lospadellatore.blogspot.com/2011/06/hamburger.html

      Te l'ho scritto anche nel post, nella versione italiana ci sono le foto originali, in quella inglese la mia versione post-produzione. Dimmi se vuoi le originali in formato pi&ugrande; (flickr non salva a risoluzione maggiore di 1024x768) o in formato raw.

      Ti dico già che non mi piacciono per niente, non sono nitide, mi sa che ho aperto troppo l'obbiettivo come sempre... tutta colpa della fretta+fame!! :D:D:D

      Grazie!

      Nico

      RispondiElimina
    76. @ nico: le foto di qsta dimensione vanno bene. Quando dici obiettivo aperto intendi il diaframma? nel caso comunque la nitidezza non dipende da questo. Io scatto spessissimo a f1.8! E comunque dalle foto non si riscontra questo problema di nitidezza che dici, sarà che sono ridotte e con una risoluzione bassa ma non si nota. Tenere il diaframma aperto ti ha invece permesso di avere sfuocati gli elementi di sfondo ed è una cosa che a me piace. Dalle foto postprodotte vedo che te la cavi già abbastanza nel riprendere la luminosità delle foto! a presto!

      RispondiElimina
    77. Questa volta non si può far niente... è una brutta foto e basta... ma la pizza era buonissima!
      http://laginestraeilmare.blogspot.com/2011/06/una-pizza-sotto-esame.html
      a presto! :D

      RispondiElimina
    78. @Agnese: mmm a me non paiono nitide come la prima qui, questa,
      questa,
      questa e
      questa ad esempio.
      Vorrei che i particolari nel punto a fuoco siano ben definiti (il lampone più basso, il prezzemolo, le venature e le goccioline nella salsa, l'angolo del brownie, le foglioline) in modo da dare "texture" alla foto, non so se mi spiego... Per ottenere questo effetto bisogna usare il filtro di sharpen, giusto? Un obbiettivo macro aiuta? Del tipo la foto dei lamponi non riesco a riprodurla con il 50 mm, dici che "croppandola" si può fare?

      Certo che bisognerebbe trovare un punto particolare nella foto da mettere a fuoco, cosa che trovo spesso difficile da fare. (Dai una letta qui). Nel caso dell'hamburger non c'è niente del genere quindi mi verrebbe da mettere a fuoco tutto il panino e quindi chiudere il diaframma in modo che la zona a fuoco risulti maggiore. Da questo punto di vista non c'è n'è UNA che mi vada bene tra tutte quelle che ho fatto. Qui servono appunto lezioni di food styling per aggiungere quei particolari che danno qualcosa in più...

      Ma quante cose da imparare!!! :D

      RispondiElimina
    79. @ Nico: Le foto dei lamponi del cavoletto e quella del brownie sono perfette e nitide. Veramente non capisco dove non ti vadano bene. Anche quella con la carne e la salsa è buona. A volte si usagera usando il filtro sharpen di photoshop e forse il tuo occhio si è abituato a vedere foto in cui è usato in modo pesante ma la foto non è migliore per questo, anzi a volta a me da un'idea di "finto". Inoltre tu forse fai un po' di confusione mescolando il concetto di nitidezza con quello di messa a fuoco. La nitidezza la vedi nel punto che si sceglie di mettere a fuoco che deve essere ben visibile e assolutamente non mosso, indipendentemente da quale sia il punto scelto. Il fatto invece di mettere a fuoco in un punto sbagliato, è una cosa diversa ma la foto è comunque nitida se quel punto, anche se sbagliato, si vede bene ed è fermo. Scegliere cosa mettere a fuoco dipende spesso dal gusto personale e da cosa si vuole far risaltare. Ci sono delle regole di base ma non devono essere seguite obbligatoriamente per avere un bello scatto. Ad esempio si dice che è sempre bene mettere a fuoco quello che si ha più vicino ma ci sono anche belle foto che mettono a fuco cose lontane. L'obiettivo macro non serve per la nitidezza, serve solo a riprendere cose più piccole che un obiettivo normale non riuscirebbe a mettere a fuoco. Forse tu potresti ottenere l'effetto contrario a quello che, mi sembra di capire, vuoi perchè con il macro, il punto d messa a fuoco si restringe e quindi hai molte più cose sfuocate attorno. Ci sono obiettivi macro che riescono a mantenere a fuoco tutto ma dire costano tanto è un eufemismo...costano uno sproposito! e poi per un piatto di normali diimensioni non ti servirebbe, il macro va bene appunto per cose micro, come piccoli fiori, insetti, ecc. Non capisco la domanda sul croppare la foto dei lamponi. Che cosa non riesci a riprodurre esattamente col 50? l'effetto sfuocato? e croppare è solo tagliare la foto dopo che l'hai scattata quindi non capisco perchè ti dovrebbe essere d'aiuto.

      RispondiElimina
    80. Agnese, posso partecipare con una di queste foto? http://me-foodcom.blogspot.com/2011/05/gelato-al-mango-e-fiori-di-salvia.html
      A presto, Dessi

      RispondiElimina
    81. @ (m)E-food: ti aggiungo alla lista dei partecipanti. ;-)

      RispondiElimina
    82. Ciao Agnese, consigliata da lerocherhotel visto il mio sconforto per la foto del pacchero ho aggiunto banner e link a questo post (la foto, senza "firma" è l'originale, la prima ho cercato di aggiustarla un pò ma con scarsi risultati):
      Oggi sono nero disse il pacchero al tortino

      RispondiElimina
    83. Ciao Agnese, come promesso: vorrei migliorare la foto del pesto di cavollo rosso:
      http://lillyinthekitchen.blogspot.com/2011/06/fotografii-mai-frumoase-migliora-le-tue.html

      A presto.
      Lilly
      Adesso mi metto a leggere tutto quello che avete scritto.Mi piace un sacco questa iniziativa.

      RispondiElimina
    84. eccomi ce l'ho fatta! e appena avrò un po' più di tempo mi leggo tutti i commenti a questo post e ne aspetto con ansia dei nuovi!
      buon we!!
      eccoti il link
      http://pappaecicci.blogspot.com/2011/06/biscotti-di-castagnesi-fa-pulizia.html

      RispondiElimina
    85. @Agnese: grazie per la risposta, mi hai chiarito i dubbi!

      Il crop lo volevo fare in modo da tagliare il soggetto e renderlo più grande per dare un "effetto macro".

      Tranquilla, ora mi metto bravo bravo a studiare e non ti disturbo più, altrimenti intaso il post! ;-)

      RispondiElimina
    86. @ nico: l'effetto macro non lo riuscirai mai a dare tagliando la foto perchè anche se ingrandisci un oggetto non acquisirà quei dettagli in più che riusciresti a catturare con il macro. E' un obiettivo molto particolare e non si può riprodurre il suo effetto digitalmente. Comuqnue non ti preoccupare...finche si "intasa" di cose in tema al discorso e utili anche agli altri, ben venga!

      RispondiElimina
    87. Ciao Agnese, scopro solo ora il tuo blog...e' molto ben curato e poi questa idea la trovo geniale. Sono alle prime armi con reflex e photoshop, non e' che mi diresti come cambiare lo sfondo (tipo come hai fatto con la prima foto a togliere le spiegazzature del telo?). Te ne sarei molto grata...

      Qui di sotto il post, con le foto, che purtroppo per molta fretta mi sono venute maluccio ;-)

      http://pasticcigourmet.blogspot.com/2011/05/semifreddo-all-aperol-con-coulis-all.html

      La prima e' molto scura e poi nell'ultima foto in particolare, come posso rendere tutto bianco lo sfondo?

      Grazie e a presto

      RispondiElimina
    88. E' un'idea fantastica!Posso scegliere anche una foto che ho postato qualche giorno fa?Io ho un problema costante che è la luce...Milanese!o comunque la luce milanese dentro a questa casa!:) eppure sono al quinto piano!Insomma mettici anche la macchina fotografica che non è delle migliori...se ti va dai un'occhiata alle mie foto
      http://foodandsmile.blogspot.com/
      comunque ne posterò una per partecipare!Baci
      Vevi

      RispondiElimina
    89. @ anny: nei commenti sopra trovi la spiegazione di tutta la realizzazione della foto dei barattoli e del telo bianco. Mi era già stato chiesto e ho spiegato tutto. Per partecipare al concorso potresti fare un post dove inserisci la foto singola che vuoi che sia modificata mettendoci la locandina del contest e linkando questo post? Per rendere lo sfondo bianco devi modificare la temperatura colore dela foto. Se hai scattato in formato raw basta che ti sposti sulla barra della temperatura colore (quella che va dal ciano al giallo) e ti fermi quando vedi che lo sfondo è proprio bianco) mentre se hai scattato in jpg, con photoshop usa "Photo filter" che trovi sotto "Image" - "Adjustment". un saluto!

      @ Vevi: puoi scegliere foto già pubblicate basta che inserisci la singola foto scelta in un nuovo post con la locandina e il link a questo concorso. la luce naturale nelle tue foto non mi sembra male come luce in se. Forse dovresti usare un pannello riflettente(e va bene anche un pezzo di polistirolo) dalla parte opposta alla luce per non creare ombre! Un saluto!

      RispondiElimina
    90. Grazie per il consiglio ;) Io comunque avevo una ricettina già pronta per essere postata!! eccola qui
      http://foodandsmile.blogspot.com/2011/06/insalata-di-pasta-con-salsa-al-curry.html
      allora a presto e spero in tanti consigli!!;))
      Vevi

      RispondiElimina
    91. molto bella la tua idea, io lavoro molto in postproduzione, anche perchè non ho una reflex e dunque mi arrangio come posso con la mia compatta e photoshop ;-)ciao!

      RispondiElimina
    92. @ fairyskull: bene allora magari hai dei consigli da dare anche tu! passa pure e commenta quando vuoi se pensi di poter essere d'aiuto in qualcosa o se al contrario vuoi approfondire altro. un saluto!

      RispondiElimina
    93. Non si potrebbe fare un'eccezione e posticipare la data della scadenza del concorso?? No, vero?? Il periodo purtroppo non è dei migliori e non sono riuscita a scrivere nessun post!!
      Un abbraccio
      Marifra79

      RispondiElimina
    94. @ marifra79: no, non lo posticipo il concorso per te....e sai perchè? perchè sarebbe inutile. Le tue foto sono stupende e spesso le guardo anche per imparare qualcosa quindi non avrei assolutamente niente da modificare e sistemare. Tu devi dare consigli più che altro! ;-)

      RispondiElimina
    95. No, dai!! Ti ringrazio moltissimo per i complimenti ma, davvero, non mi considero così brava da poter insegnare a qualcuno... ho io ancora tanto da imparare! Peccato però, avevo una foto perfetta per questo concorso e interamente da correggere, da sola non saprei da dove cominciare! Un abbraccio

      RispondiElimina
    96. @ marifra79: magari puoi dare dei consigli però, non proprio insegnare ma dire come scatti. Può essere utile per altri. Comunque se vuoi manda pure la foto e poi ti dico cosa modificherei. Possiamo vederla insieme.

      RispondiElimina
    97. ciao, girando per caso arrivo qui.. complimenti per l'idea, scoprendolo prima avrei partecipato di sicuro!!!!! ciao

      RispondiElimina
    98. Ciao a tutti/tutte,
      mi sono imbattuto in questo sito quasi per caso, girovagando sul web in cerca di foto di food. Complimenti Agnese per il blog, le foto e, soprattutto, le ricette.
      Sono un'appassionato di cucina, nel senso che amo spadellare e ancor di più mangiare, e di fotografia. Mi sono avvicinato alla fotografia negli ultimi anni, grazie ad un amico e alla sua scoperta di agenzie di stock che vendono fotografie su internet. Visto che il cibo è, a mio parere, uno dei piaceri della vita, e che la fotografia di food tira, ho unito le mie due passioni e ho iniziato ad inviare i miei contributi (leggi foto) a questi siti. Ho pensato che a qualcuno/a di voi potrebbe interessare dare un occhio a questi siti, per trarre degli spunti, per aver maggiori informazioni sulla fotografia di food (ci sono vari articoli interessanti), per sapere che se avete bisogno di qualche foto da inserire nei vostri blog esistono siti sui quali è possibile comprarle a basso prezzo e che se volete potete cercare di guadagnare qualcosa dalla vendita delle vostre fotografie (anche se gli standard richiesti per contribuire sono abbastanza alti). Per tutti quelli che si sono incuriositi questo è il link a iStock http://www.istockphoto.com/
      Non ci sono solo fotagrafie di food ma potete fare una ricerca mirata se volete.

      RispondiElimina
    99. @ lev1977: grazie per essere passato di qui! Conosco bene istock e gli altri siti di agenzie stock. Se si vuole guadagnare qualcosa è una opportunità proporre i propri lavori però giudicherei alquanto negativamente un blogger, soprattutto di food, che comprasse da li foto da mettere a corredo dei propri articoli. Un blog è un posto personale nel quale si mette ciò che si è e ciò che si sa fare e comprando foto da un sito che le vende significherebbe omologare i blog e poter trovare le stesse foto su molti siti diversi. Inoltre i siti di stock hanno tutti la stessa identica idea di estetica molto fashion, pubblicitaria e glam e sinceramente penso che si possano fare foto molto belle anche in altri modi meno "vendibili". Questi siti sono utili per agenzie che magari cercano una specifica immagine che non possono realizzare, per motivi di tempo o di disponibilità, ma per un blog sarebbe controproducente utilizzarle.... e poi se dici che ti sei appassionato alla fotografia nel momento in cui un amico ti ha fatto sapere che esistevano siti online in cui potevi venderla... beh permettimi di dirti, senza offesa, che detta così non sembra una passione per la fotografia ma più che altro per il possibile guadagno che ne deriva. E poi questo commento sembra un po' un invito a comprare le tue foto su istock dato che hai inserito come link al tuo nome la pagina da cui comprarle.
      Un saluto!

      RispondiElimina
    100. Ciao Agnese,
      scusa se dissento, ma sinceramente si trovano così tante foto su questi siti che non penso proprio si arriverebbe a un'omologazione dei blog.
      Le immagini sono la prima cosa che ci salta all'occhio e per l'autore di un blog riuscire ad attrarre più visitatori è sicuramente importante. Non suggerivo certo di aggiungere foto che illustrano il risultato finale delle varie ricette proposte. Dubito che si riescano a trovare, almeno non si tratti di muffin, cupcakes o pancakes. Si possono però trovare foto "generiche di food" che possono risultare utili.
      Per quanto riguarda la mia passione per la fotografia, questa è nata molto prima, si tratta della fotografia di food che prima non conoscevo/praticavo e alla quale mi sono avvicinato grazie alle agenzie di stock. Sempre grazie a loro sto imparando molto e penso che molti dei tuoi lettori, a loro volta blogger, possano trarne beneficio.
      Il link al mio portfolio è ovviamente inteso a farmi conoscere. Del resto mi pare che ognuno dei tuoi seguaci abbia un link al proprio blog.
      Ciao

      RispondiElimina
    101. Ciao, sono finita sul tuo blog per caso, curiosando qua e la...per prima cosa, COMPLIMENTI! è davvero molto interessante, delicato e d'impatto!
      Secondariamente ho letto di questa conocorso che hai fatto e facendo parte di quelle che, quanda scatta una foto, ha in mete un risultato mentre quello che ottiene è assai diverso, ti ringrazio di questa idea e dei consigli che dai!

      Ancora complimenti!
      Mela

      RispondiElimina
    102. @ mela: grazie mille per i complimenti e per essere passata! spero che i futuri post sulla fotografia ti saranno utili!

      RispondiElimina

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...