giovedì 23 giugno 2011

Millefoglie alla crema chantilly e fragole


Questa torta è un classico che piace quasi a tutti. L'avevo preparata tempo fa per un'amica e l'ho utilizzata ora per la rubrica "Gusto" de L'infiltrato. Nonostante la torta possa andare bene anche per 6-7 persone, devo dire che io e la mia amica abbiamo contributo a farla fuori quasi tutta lasciandone giusto un po' per i miei coniquilini! E' stata un'ottima merenda e l'abbiamo accopagnata con un brut rosè di Garofoli (casa vinicola del mio paese di cui vi ho già parlato).


Di seguito vi riporto le due righe che ho scritto nell'articolo sulla curiosa storia dell'inventore della vera crema chantilly.

In Italia chiamiamo "crema chantilly" un composto formato dall'unione di crema pasticcera e di panna montata. In realtà questo composto dovrebbe chiamarsi crema diplomatica perchè la crema chantilly francese originale è composta solo da panna fresca, zucchero a velo e vaniglia. Questa ricetta quindi andrebbe più correttamente chiamata "millefoglie alla crema diplomatica e fragole". La crema chantilly venne inventata nel diciassettesimo secolo da François Vatel, sovraintendente alla cucina del castello francese di Chantilly, per l'appunto. Vatel passò alla storia non solo per la crema e per la sua creatività culinaria, ma anche per il suo suicidio. Nel 1671 durante la visita del re Luigi XIV alla residenza di Chantilly, ci furono alcuni problemi legati all'organizzazione dell'evento: gli ospiti furono maggiori delle aspettative e l'arrosto non bastò per tutti, i costosissimi fuochi d'artificio vennero coperti dalle nuovole e non arrivò il grande quantitativo di pesce richiesto. Vatel vide perso il suo onore e il suo prestigio e decise di chiudersi in camera trapassandosi con una spada. Poco dopo la sua morte iniziarono ad arrivare gli abbondanti cesti di pesce ordinati da tutti i porti. Questa storia rimase celebre nei secoli tanto da portare alla realizzazione di un film su questo personaggio intitolato proprio "Vatel" e interpretato da Gerard Depardieu.



Dosi per : 6-7 persone    Difficoltà : media    Tempo : 45 min
Ingredienti :
  • 300 gr di pasta sfoglia
  • 4 tuorli
  • 100 gr di zucchero
  • 40 gr di farina
  • 400 ml di latte
  • 1 bacca di vaniglia
  • 150 ml di panna zuccherata da montare
  • 300 gr di fragole
Procedimento : 
Prima di tutto preparate le crema: montate i tuorli con lo zucchero fino ad avere un composto spumoso e omogeneo. Poi versate il latte a filo precedentemente aromatizzato a caldo con i semi della vaniglia, e la farina setacciata. Mescolate bene e mettete tutto su una pentola a fuoco basso facendo cuocere per una decina di minuti mescolando continuamente. Fate raffreddare la crema e nel frattempo montate la panna. Quando la crema sarà completamente fredda aggiungete la panna mescolando dal basso verso l'alto con un cucchiaio. Ora che la chantilly (o meglio la diplomatica) è pronta stendete la pasta sfoglia il più sottile possibile fino ad ottenerne 3 strati della stessa misura. Bucherellate la pasta con una forchetta e cuocete i tre strati in forno a calore medio per 15/20 minuti (se avete un forno a gas girate gli strati a metà cottura e fate attenzione a non bruciarli). Togliete dal forno e lasciate raffreddare. Con un coltello rifinite i bordi della sfoglia per creare dei cerchi dello stesso diametro e tenete da parte i ritagli e le briciole. Sistemate il primo strato direttamente sul piatto, spalmatelo di crema e aggiungete metà delle fragole tagliate a pezzetti. Appoggiate sopra il secondo strato di pasta e spalmate con la restante crema, ricordandovi di lasciarne da parte un paio di cucchiai. Aggiungete l'altra metà delle fragole. Ora adagiate sulla torta il terzo strato di pasta. Frantumate i ritagli di torta fino ad ottenere delle briciole, spalmate i lati della torta con la crema rimasta e ricoprite con le briciole. Spolverate la torta con lo zucchero a velo e se volete decorate con delle fragole intere e dei ciuffi di panna montata.


P.S. : Non mi sono dimenticata del concorso, tranquilli! E' solo che è un periodo un po' pienotto per me e devo trovare un attimo di tempo per modificare le tre foto prescelte (si, ho già deciso quali sono ma non ve lo dico)! Nel frattempo pubblico i post che ho avevo già preparato per L'infiltrato in modo da non tenere il blog fermo per troppo tempo. Abbiate pazienza!


Pin It

17 commenti:

  1. grazie per avermi ricordato quanto e' buona la millefoglie,e quanto possono essere meravigliosi i dolci tradizionali,senza troppi fronzoli!Passa da me se ti va!

    RispondiElimina
  2. mamma mia ha un aspetta fantastico! ciao!

    RispondiElimina
  3. Semplicemente deliziosa, una nuvola!

    RispondiElimina
  4. una vera meraviglia, complimenti anche per le foto, sembra tutto così "fatato"

    RispondiElimina
  5. Una preparazione perfetta...

    RispondiElimina
  6. un classico che non stanca mai, anzi...ho l'acquolina in bocca, le tue foto sono mooolto realistiche! ;)

    RispondiElimina
  7. grazie a tutte! è una torta semplice che amo molto e che di solito piace a tutti. E' sempre una buona scelta per molte occasioni.

    RispondiElimina
  8. wow Agnese, è fantastica! stiamo pensando di fartela rifare quando verrai a trovarci per il corso di fotografia....

    RispondiElimina
  9. @ larocherhotel: ahahaah! dato che da quanto ho capito prima di me c'è il corso di cucina...diciamo che mi sentirei un po' a disagio, il confronto non reggerebbe!;-)

    RispondiElimina
  10. Ecco questo è il dolce che vorrei per il mio compleanno...beh, quasi quasi potrei anche prepararmelo! Il millefoglie l'ho sempre guardato con timore, ma ho due giorni di tempo...posso farcela!

    RispondiElimina
  11. @ claudia: guarda che è facile facile. L'unica accortezza è stendere la sfoglia molto sottile e fare attenzione che in cottura non si bruci. Per il resto è solo preparare la crema! però se hai intenzione di fare uan festa triplica almeno le dosi che ho messo e fai 3 torte...ti giuro che va via come il pane!

    RispondiElimina
  12. Dire che è una meraviglia è dire poco e poi è talmente buono che non si può proprio dire di no!! Bellissime le foto! Un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Ciao Agnese!
    Finalmente riesco a farti visita, e per il piacere dei miei occhi: fotografie incantevoli e torta assolutamente da provare, anche perchè ho un debole per la pasta sfoglia da quando ho servito i miei primi croissant francesi per colazione, fatti a mano in una perfetta combinazione tra fragranza e leggerezza; e vederne l'interno contrassegnato da pieghe assolutamente riuscite... che soddisfazione!

    Qualche tempo fa avevo letto precisazioni in merito alla vera crema Chantilly, ma confesso che la storia del ( pover ) Vatel è davvero triste; eppure come ben saprai, anche in arte i più grandi artisti sono stati pure un po' ( se non del tutto ) folli.

    Ti ringrazio di cuore per aver "battezzato" il mio blog: è stata una splendida sorpresa trovare il tuo commento e ti sono grata per la tua disponibilità.
    La mia curiosità sorge a proposito di ciò che sarà possibile fare insieme a te durante le ore a disposizione.
    Mi domandavo se è stato già deciso un percorso ( a tappe o non ) durante il quale fare pratica e dove e come fare lezioni teoriche; quanto tempo si ha a disposizione, come si suddivideranno le ore e di quali argomenti tratteranno le lezioni.
    Sostanzialmente sarei molto interessata a conoscere la tua opinione sulla strutturazione del corso in base a ciò che ti piacerebbe fare/sperimentare con i partecipanti.

    Spero di avere presto tue notizie per le quali ti ringrazio anticipatamente di tutto cuore.
    Ne approfitto per segnalare l'iniziativa "Il mio blog è carbon neutral!" sponsorizzata da
    Doveconviene e proposta a noi blogger e possessori di siti web per favorire gratuitamente la riduzione di anidride carbonica concentrata nell'atmosfera. Presso il mio blog o il sito allegato è possibile trovare tutte le informazioni sul progetto, che si impegna a piantare un albero in Germania per ogni blog/sito che aderisce, affinchè ci sia dimostrazione certa della serietà dell'iniziativa e dell'importanza che essa potrebbe assumere grazie a ciascun partecipante.


    Un sorriso a tutti e buon week-end!

    RispondiElimina
  14. @ chamomille: come avevo scritto nel post in cui parlavo del corso di fotografia, le info sul programma le trovi nel blog del'hotel a questo link:

    http://lerocherhotel.wordpress.com/2011/06/16/come-si-scatta-la-fotografia-perfetta/

    In accordo con l'hotel abbiamo deciso di organizzare un corso base quindi inizieremo proprio da zero. Ci sarrano 2 ore di teorie e 3 ore di pratica al giorno e nel post che ti ho linkato sopra ci sono scritti anche gli argomenti trattati ad ogni lezione. Facendo pratica contemporaneamente a delle escursioni in montagna, è ovvio che molto sarà legato alla fotografia di paesaggio e di natura ma l'importante sarà per voi riuscire ad avere padronanza della macchina per cercare di ottenere quello che volete e non una foto bella "a caso" senza sapere perchè vi è venuta bene.

    Molto bella l'iniziativa di "doveconviene". parteciperò anch'io con uno dei prossimi post. Grazie per avermela fata conoscere!

    RispondiElimina
  15. Agnese mille grazie per i chiarimenti.
    Ho raccolto tutte le informazioni, anche dall'Hotel, e spero vivamente di poter cogliere l'occasione.

    Sono contenta che ti piaccia l'iniziativa e che aderirai, grazie a te!

    A presto e buon inizio di settimana.

    RispondiElimina
  16. Ciao Agnese...stavo cercando la ricetta per la mille foglie e casualmente mi è capitata sotto gli occhi questa meraviglia!! Complimenti, mi unisco ai tuoi lettori! Ciao letizia



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Letizia, benvenuta! grazie di esserti aggiunta ai followers. Ora vado sbirciare anch'io sul tuo blog ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...